venerdì 3 dicembre 2010

La libertà NON è partecipazione!

dustin

"La politica non riguarda solo i politici. I politicanti fanno leva sulla tendenza intrinseca all’uomo contemporaneo, all’uomo del capitale, a cercare la verità e la soluzione della sua condizione in un altrove, al di là dei rapporti sociali. Non è per una coincidenza storica che la religione, la filosofia e la politica sono state criticate da Marx simultaneamente o, più precisamente, in un medesimo movimento critico; in ciascuno dei tre casi, ci si trasferisce a un altro livello: invece di trasformare la realtà, la si disloca. I politici servono solo da mediatori tra i rapporti sociali e questa realtà altra che è la regolazione delle contraddizioni. Si costituiscono come gestori della mediazione. Se la gestione operaia è conservatrice perché fa partecipare il salariato al proprio sfruttamento, l’autogestione della politica da parte di tutti è un asservimento ben più profondo."

Jean Barrot

5 commenti:

ginodicostanzo ha detto...

Sai che non ho ben compreso proprio la conclusione di questa citazione?

ginodicostanzo ha detto...

ginodicostanzo
www.ilpuntoimproprio.splinder.com

franco senia ha detto...

Forse, se rileggi sopra, a proposito della critica di religione, filosofia e politica ...

ginodicostanzo ha detto...

Fin lì ci siamo. Non ho ben compreso cosa Barrot intendesse per "autogestione della politica da parte di tutti".
Ho visto che hai pubblicato un mio vecchio incipit sul comandante Evaristo, sono contento che il web contribuisca efficacemente al mantenimento della memoria storica. Ma come l'hai pescato? è una cosa che scrissi tempo fa... ciao

franco senia ha detto...

Per "gestione della politica da parte di tutti", credo che Barrot intenda riferirsi al "costituirsi come gestori della mediazione"; laddove il "far politica" non si limiti ad apporre la famosa croce sulla scheda ma divenga una sorta di tifoseria a tempo pieno, con le proprie enclavi che si esprimono attraverso la partecipazione, non solo visiva, ma di cuore, fino a farsene supporter dei vari costanzo, travaglio, floris, saviano ecc..
Ovviamente, questa è un'interpretazione mia