giovedì 10 settembre 2009

La vita, istruzioni per l'uso ...



"Gli immigrati che sbarcavano per la prima volta a Battery Park non tardavano ad accorgersi che quel che gli era stato raccontato della meravigliosa America non era per niente esatto: la terra forse apparteneva davvero a tutti, ma quelli che erano arrivati per primi si erano già ampiamente serviti, e a loro non restava altro che ammassarsi in dieci nei tuguri senza finestre del Lower East Side e lavorare quindici ore al giorno. I tacchini non cadevano già arrostiti direttamente nei piatti e le strade di New York non erano lastricate d’oro. Anzi, il più delle volte, non erano lastricate affatto. E allora capivano che era proprio per fargliele lastricare che li avevano fatti venire. E per scavare gallerie e canali, costruire strade, ponti, grandi dighe, ferrovie, dissodare foreste, sfruttare miniere e cave, fabbricare automobili e sigari, carabine e vestiti, scarpe, chewing-gum, corned-beef e saponette, e costruire grattacieli ancora più alti di quelli che avevano scoperto all’arrivo."

Georges Perec

1 commento:

Anonimo ha detto...

Perche non:)