lunedì 4 luglio 2011

Coerenza

napolitano

1956 - "L´intervento sovietico in Ungheria, evitando che nel cuore d´Europa si creasse un focolaio di provocazioni e permettendo all´Urss di intervenire con decisione e con forza per fermare la aggressione imperialista nel Medio Oriente abbia contribuito, oltre che ad impedire che l´Ungheria cadesse nel caos della controrivoluzione, abbia contribuito in misura decisiva, non già  a difendere solo gli interessi militari e strategici dell´Urss ma a salvare la pace nel mondo“.

2011 - "Non si può tollerare che a legittime manifestazioni di dissenso cui partecipino pacificamente cittadini e famiglie si sovrappongano, provenienti dal di fuori, squadre militarizzate per condurre inaudite azioni aggressive contro i reparti di polizia chiamati a far rispettare la legge"

Giorgio Napolitano (autore della cosiddetta "legge Turco-Napolitano" che istituiva in Italia i "Centri di permanenza temporanea", luoghi di reclusione per persone che non hanno commesso alcun reato).

6 commenti:

Nexus Co. - No Individuality,No Life ha detto...

ma da uno che viene fuori da un partito che era composto dall'80% di infami,che ci si poteva aspettare se non tali uscite?

Anonimo ha detto...

solo gli idioti non cambiano e hanno sempre ragione

Anonimo ha detto...

solo gli idioti non cambiano mai parere

franco senia ha detto...

Non so se hai ragione. Sai com'è, io dubito di tutto. Forse!

Cirano ha detto...

Napolitano difende lo status quo come difendeva l'URSS; da lui non mi aspetto nulla...ma nemmeno dal parlamento....

franco senia ha detto...

E ancora:

"L' Operazione Barbarossa civilizza i popoli slavi: dato che il III Reich, il nostro sicuro Alleato è lanciato alla conquista della Russia vi è la necessità assoluta di un corpo di spedizione italiano per affiancare il titanico sforzo bellico tedesco, allo scopo di far prevalere i valori della Civiltà e dei popoli d' Occidente sulla barbarie dei
territori orientali".

Giorgio Napolitano - "BO'", Luglio 1941, giorn. univ. del GUF di Padova