martedì 12 aprile 2011

So dove abiti!

Wilckens-assassinates-Varela

In Patagonia, nel 1920, gli attivisti anarchici avevano guidato una rivolta dei braccianti agricoli, che poi era stata brutalmente repressa dall'esercito, comandato  del tenente colonnello Héctor Varela. Più di 1500 lavoratori, fra scioperanti e semplici lavoratori, erano stati mandati davanti ai plotoni di esecuzione. L'isolamento della regione e la scarsità di mezzi di comunicazione avevano fatto sì che, a Buenos Aires, nessuno, per un po' di tempo, venisse a conoscenza della vicenda. Quando, alla fine, arrivarono le notizie e le informazioni circa i metodi di Varela, la stampa anarchica intraprese una campagna contro il "macellaio della Patagonia", che culminò con l'esecuzione di Varela, da parte di un anarchico tolstoiano, Kurt Wilkens.
Era il 25 gennaio 1923 quando il tenente colonnello Héctor Benigno Varela usciva da casa sua, alle 7 del mattino. Fuori, ad aspettarlo, con una bomba e una pistola, c'era Kurt Wilkens, un anarchico pacifista. Wilkens spiegò le sue ragioni in una lettera datata 21 maggio 1923:

"Non è stata una vendetta. Non ho visto in Varela l'ufficiale insignificante che era. No, egli era tutta la Patagonia: il governo, il giudice, il boia e il becchino. Ho inteso eliminarlo in quanto era il simbolo messo a nudo di un sistema criminale. Ma la vendetta è indegna di un anarchico! Il domani, il nostro domani, non parla di rancori, né di delitti, né di bugie; il nostro domani afferma la vita, l'amore, la scienza. Lavoriamo per affrettare quel giorno."

Condannato all'ergastolo, Wilkens venne ucciso il 16 giugno 1923, con un colpo di rivoltella, nella sua cella, durante il sonno, da un nazionalista di destra, Perez Millan, il quale sarà ucciso, a sua volta, il 9 novembre 1925, da German Boris Vladimirovitch, anarchico russo.

5 commenti:

Nexus Co. - No Individuality,No Life ha detto...

complimenti per gli ottimi blog che metti :-D
saluti libertari

franco senia ha detto...

Grazie a te, e per il commento e per il tuo blog.

salud

Cirano ha detto...

ricordare è resistere! grazie.

Guido Baldoni ha detto...

Secondo Wikipedia in Spagnolo, Vladimirovitch sarebbe stato il mandante e non l'assassino materiale di Millan.

http://es.wikipedia.org/wiki/Esteban_Lucich

http://es.wikipedia.org/wiki/Boris_Wladimirovich

franco senia ha detto...

non saprei, Guido. Però su Bookchriste ho trovato il pdf di un giornale dell'epoca, dove, oltre alle foto dell'esecuzione si trovano anche altre notizie in proposito, fra cui anche quella che ho riportato. E poi, che dirti, ce lo vedo male un anarchico a fare il mandante ...