mercoledì 9 marzo 2011

Il Postino

palis-ideal

“L'Architettura in quanto arte esiste solo se evade dalla sua nozione utilitaristica di base: l'Habitat. È abbastanza automatico constatare che in questa disciplina, in cui tante opere sono state limitate da un'intenzione utilitaristica (buildings giganteschi per alloggiarvi più persone possibili o cattedrali per  pregare), l'orientamento allo stesso tempo gratuito e influente di cui parlo è da qualche tempo annunciato dal meraviglioso palazzo ideale del Postino Cheval, certamente più importante del Partenone e di Notre Dame messi insieme;”

- Guy Debord -  «Manifesto per una costruzione delle situazioni» - 1953

2 commenti:

Anonimo ha detto...

mi sembra che lo scritto di G.E.Debord
non si chiamasse "manifesto" bensì
"Rapporto sulla costruzione di situazioni"

complimenti per il blog
ciao

franco senia ha detto...

Il "rapporto" è un altro, posteriore. Questo era inedito fino a poco tempo fa. E' stato pubblicato, in Italia, su "Lettera Internazionale" n. 101 del 3* trimestre 2009.

Grazie per l'intervento, e per i complimenti