sabato 1 gennaio 2011

bilancio

brazil

Allora, vediamo un po'. Abbiamo un presidente di regione - governatori, li chiamano ora - che parla di sé stesso in terza persona, che gli suonano il citofono, si prende paura, chiama la polizia e, per lo spavento, cade dalle scale. Proprio una grande figura di leader!, capace di unire quella famosa sinistra che se ci fosse stato ancora al potere l'ex-segretario della fgci-bulgara avrebbe mandato i suoi bombardieri a coventrizzare il Brasile, che ha già fatto ginnastica nella ex-jugoslavia. Nel mentre, intanto, ci trasmettono a reti unificate il più grosso cumulo di banalità ed idiozie che nemmeno un preside di scuola media inferiore, al suo insediamento, avrebbe l'ardire di pronunciare. Ovviamente, tutti apprezzano. Ah, dimenticavo, Buon Anno!!!

2 commenti:

nico ha detto...

davvero un bel bilancio, non c'è che dire!

franco senia ha detto...

oddio, bello bello non mi pare ...