mercoledì 1 aprile 2009

Altri nomi ...



I perdenti della guerra civile sono stati i protagonisti di epiche gesta, ma essi non hanno avuto né il loro Omero né il loro Sofocle!
La colonna di ferro è stata una divisione costituita da volontari che hanno dovuto lottare su due fronti, riportando pesanti perdite. La loro memoria ha dovuto sopportare calunnie e insulti.

Rafael Martì (nickname: Pancho Villa), operatore cinematografico, anima e nerbo della Columna de Hierro. Di un'audacia senza limiti, parco di parole ed eloquente nei fatti. Cadde al Passo di Escandòn, lottando come un leone. I fascisti esposero il suo cadavere nella Plaza del Torico, a Teruel, per dimostrare che era morto.

Elias Manzanera, operaio ebanista e autodidatta.

José Segarra, studente in lettere e filosofia.

José Pellicer, esperto contabile, poliglotta. Fucilato a Paterna (Valencia) insieme al fratello Pedro, non prima di essere stato picchiato ferocemente fino ad essere ridotto quasi cieco.

Angel Gòmez de la Higuerra
, artigiano edile.

Francesc Mares, operaio edile. Catturato a Barcellona, prima di fucilarlo, venne trascinato, legato, per le vie di Torrente. Massacrato di botte, coperto di sangue e di sudore, camminava senza un lamento. La gente del paese, di fronte ad una simile bestialità, chiuse le porte delle case, lasciando le strade vuote e deserte.

4 commenti:

boris battaglia ha detto...

Carissimo Franco,
non sono d'accordo.
Penso che la columna de hierro ha trovato in Abel Paz, sia il suo Tacito che il suo Omero.
Che poi della sua Cronica non ne esista (almeno, a me non risulta) un'edizione italiana e che noi si debba sopportare puttanate del calibro del romanzetto di Bertante, bhe! questo è un altro problema.

sciao

franco senia ha detto...

ehehehehehe il romanzo di bertante .... hai proprio ragione. Anche se ne salvo la parte finale, alla sven hassel!!!
Quanto ad Abel Paz, ne riconosco appieno il merito e l'amore e la passione e il piacere che mi ha dato nel leggere le sue belle pagine, ma ... omero rimane omero :-)

salud

lucharoja ha detto...

boris, non so se è ad altri scritti che ti riferivi, ma esiste un'edizione italiana della "cronaca appassionata della columna de hierro", ovviamente quasi irreperibile nei circuiti ufficiali.
inviando una mail a:
Fenix-occupato@inventati.org
puoi fartela spedire, volendo.
fino a poco tempo fa le copie non mancavano, ora non saprei dirti.
il costo dovrebbe essere di 10 euros più spese di spedizione.
poi, mal che vada, esistono sempre le fotocopie ;-)

saluti

e.

boris battaglia ha detto...

gli scrivo subito