giovedì 2 ottobre 2008

Pellegrinaggi Accidentali




Dritta in piedi nella tua memoria (per Phil Ochs)
(di Jen Cass)

Ho fatto un pellegrinaggio accidentale
Per le strade della città che ti sei lasciato alle spalle
Mi sono ritrovata in piedi nella tua memoria
Quasi quaranta anni prima di questo tempo

Quando camminavi con orgoglio
Per le strade della città che hai amato,
Questi edifici che svettano
Ti guidavano per la tua strada
Forse sono solo una straniera in una città leggendaria
Ma cammino su un territorio sacro
E oggi sento che sei ancora qui

Ho preso la metropolitana fino a Bleecker Street
SOno rimasta fuori dal "Bitter End"
Tu hai cominciato dentro queste pareti di mattoni rossi
Ma non ci ritornerai mai più

Troppi martiri e
Troppi morti,
Non è che forse ciò che hai detto?
In qualche modo hai lasciato che accadesse di nuovo
Sei diventato un'altra tragedia, un incidente di guerra
Per cosa stiamo combattendo, se tu
Non marcerai più?

Durante le prove per il tuo congedo
Hai detto di essere morto nel '68
Il raduno di Chicago ti ha portato via l'anima
Per prenderti la vita hanno dovuto aspettare

Gli anni di silenzio quando
La follia impazzava
E non riuscivi a riempire nemmeno una pagina
Ma hai pensato che non avevi più niente da dire,
E nessuno nutre interesse per un ribelle cui le parole sono morte
Ma sei sempre stato ascoltato
E ancora oggi siamo in ascolto.

Sentiamo la tua voce in ogni vicolo
Fuoriesce da ogni auto che passa
I nuovi discepoli degli anni di Broadside
Gli "Accordi della Fama" in ogni bar

Il tempo alla fine piega
anche il più alto sulle sue ginocchia,
Ma tu vivi nel tuo nome
Ed ogni cantastorie che osa la propria rabbia,
Una potente protesta con la bellezza che ancora rimane
In questi brutti tempi di cambiamento,
Racconta la verità da ogni palcosenico

1 commento:

franco senia ha detto...

STANDING IN YOUR MEMORY (for Phil Ochs)
by (Jen Cass)

I made an accidental pilgrimage
To city streets you left behind
Found myself standing in your memory
Almost forty years before this time

When you walked proudly
Through the city that you loved,
Those buildings high above, they
Used to guide you on your way
And maybe I'm a stranger in a legendary town
But I walk hallowed ground,
And I still feel you here today.

I took the subway down to Bleecker Street
Stood outside The Bitter End
You got your start inside these red brick walls
But you won't be coming back again

Too many martyrs and
Far too many dead,
Isn't that what you said
Somehow you let it be again
You became another tragedy, a casualty of war
What were we fighting for, if you
Ain't Marchin' Anymore?

In your rehearsals for retirement
You said you died in '68
Content Chicago stole your soul away
To take your life they'd have to wait

The years of silence when
The madness raged
And you couldn't fill a page
But thought you had nothing left to say,
And no one took an interest in a rebels dying words
But you were always heard,
And we're still listening today.

We hear your voice in every alleyway
Spilling out of passing cars
The new disciples of the Broadside years
The Chords of Fame in every bar

Time will always bring
The tallest to their knees,
But you live on in name
And every troubadour who dares to rage,
A mighty protest with the beauty that remains
In ugly times of change,
Tells the truth from every stage.